GOLFO DEI POETI

Di arsenali e siti militari e fortificati, giornate produttive a pescare orate nella baia e mareggiate ventose. Tre isole, un golfo, tanti borghi, ciascuno con una propria identità, posti sotto l’egida di municipalità, un pelo più grandi, d’una raffinatezza unica. Poetica.
E’ allora a causa di questo decorso, della poesia incalzante sulla terra e le strutture che ad inizio Novecento il commediografo Sem Benelli, proprietario di una sua casa a San Terenzo, lavorò a quel termine tuttora fissato nell’immaginario comune: Il Golfo dei Poeti.

SENTIERI LA SPEZIA
SENTIERI LERICI

CINQUE TERRE

Nella Liguria di Levante, in Italia, esiste un territorio unico, sospeso tra cielo e mare, a prima vista indomito, che lascia esterrefatti e che incanta da sempre… secondo il senso più letterale del termine, perché non trova eguali nel mondo.
Sviluppatosi sull’estrema lingua orientale della regione ligure, coperto da un areale verde e rigoglioso e in posizione dominante sul mare, si conosce e definisce con il nome di “Cinque Terre”.

SCARICA LA MAPPA

BAIE DEL LEVANTE

Per definizione, si dice della Liguria che sia un territorio aspro e montagnoso, uno stretto crocevia di sentieri a fronte del suo mare burbero, ma pescoso. In parte è vero, ma è anche vero il contrario: infatti, dove finiscono le Cinque Terre, il territorio della Liguria di Levante prosegue addolcendosi, e formando un crocevia non più di sterrati, profondissime ripe e vitigni giallo paglierino, bensì di anse, spiagge e, alternandosi tra scogliere e calette, baie da sogno.

Identifichiamo questo gradito intermezzo di terre, meritevole, ma non ancora del tutto parco di riconoscimenti, degli stessi riconoscimenti a livello internazionale come le Cinque Terre, col nome di Baie del Levante.

SCARICA LA MAPPA