BORGHI

Aulla

Aulla è una piccola città della provincia di Massa-Carrara, situata nella regione storica conosciuta come Lunigiana.
Si trova in Toscana, ma pochissimi chilometri la separano dal confine con la Liguria, tanto da essere collegata ottimamente a La Spezia e ai suoi approdi turistici.
Ci si imbatte in questo naturale crocevia tra gli itinerari che conducono ai passi della Cisa e del Cerreto quasi alla confluenza del fiume Magra, più precisamente dal suo fondovalle, con il torrente Aulella, dove la vallata si restringe in mezzo alle colline cresciute intonse.
Trovandosi il paese in una posizione strategica e a poca distanza dai passi summenzionati, da Lagastrello e sulla strada per Casola e la Garfagnana, nonché sul percorso della Via Francigena, ben nota strada commerciale e di pellegrinaggio, racchiude parte dei capitoli più importanti della vita lunigianese prima dell’anno Mille. Facenti parte del comune sono Albiano Magra, Bibola, Bigliolo, Canova, Caprigliola, Gorasco, Olivola, Pallerone, Quercia, Serricciolo, Vecchietto sempre in provincia di Massa-Carrara.
Aulla è sovrastata dal castello di Podenzana (comune limitrofo), dal castello di Bibola e dalla possente Fortezza della Brunella, quest’ultima a guardia del suo centro storico ed edificata da Giovanni dalle Bande Nere.
Poco fuori la cittadina, tante sono le attrattive: le mura Medicee di Caprigliola, borgo d’altri tempi che sorge su un colle di arenaria e circondato dai boschi; Bibola e Bigliolo con i resti dei loro fortilizi e gli ambienti medievali di Albiano e Pallerone; in particolare a Pallerone si può ammirare la torre dell’antico castello e la cappella Malaspina, oggi chiesa parrocchiale dedicata a Sant’Antonio ma in origine intitolata a San Tommaso di Canterbury; il vecchio ponte della Strada della Cisa, che una volta ospitava anche il tracciato della ferrovia Pontremolese, sull’Aulella.
Il territorio di Aulla è altresì incluso nell’itinerario enogastronomico Strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana.

Un po’ di Storia

Nelle relazioni di viaggio più antiche in riferimento alla Via Francigena, della quale fa parte, Aulla veniva indicata dall’Arcivescovo di Canterbury col nome di Aguilla, ma l’origine del nome è controversa: secondo alcuni potrebbe derivare dal latino lacus o lacuna, con il significato di “lago”, altre teorie più credibili fanno riferimento al termine al termine antico “aula” (palazzo o corte) oppure al termine dialettale ligure “ula” col significato di selva.

LEGGI DI PIU’

Natura

Aulla si estende nei pressi del Parco Naturale Regionale delle Alpi Apuane, istituito nel 1985, con sede legale nel Comune di Stazzema e uffici a Castelnuovo di Garfagnana, Massa e Seravezza. Il parco comprende una grande varietà di ambienti montani e collinari e le famose cave di marmo bianco.

LEGGI DI PIU’

Luoghi d’Interesse

Aulla è legata anima e corpo, per così dire, alla sua Fortezza della Brunella.
L’imponente costruzione militare cinquecentesca, dalla struttura quadrangolare, viene eretta intorno alla prima metà del secolo XVI e domina la vallata, in posizione strategica, su uno sperone di roccia a cui si deve anche il materiale per la sua costruzione. Dotata del classico ponticello che scavalca il fossato, posto a difenderla in aggiunta alla ripida scarpata, la si raggiunge facilmente e riempie gli occhi.

LEGGI DI PIU’

Ricettività, turismo ed eventi

La città di Aulla si è specializzata in quel tipo di turismo lontano dalle rotte consuete, molto discreto, privato dei riflettori ma che non difetta di nulla. Il paese è comodo ai servizi, facile da raggiungere in auto come in treno, punto di partenza per visitare anche i paesi limitrofi; il territorio cresce ricco dei percorsi culturali, naturali e gastronomici amati da coppie e famiglie. Potrete soggiornare in un agriturismo alla mano o cenare in un ristorante raffinato.

LEGGI DI PIU’

Cucina

La cucina ad Aulla è un felice mix tra i sapori liguri e toscani: se da un lato troviamo un’offerta ricca di produzioni autoctone, a base di ingredienti sapidi e corposi, le più preparate con i prodotti del territorio lunigianese, dall’altro i piatti si legano ad una tradizione contadina di stampo ligure, alla generosità dei boschi e del mare che vi abbondano. Numerosi sono i locali capaci di farvi scoprire i diversi sapori sapientemente mescolati tra loro, e tutti propongono i vini e le ricette del passato locale.

LEGGI DI PIU’

ARCHIVIO RIVISTE

Edizione 2018